Sei ossigeno, per me

Carlo è un professionista affermato di circa 42 anni, attualmente single ma con un “quasi matrimonio” alle spalle: la fidanzata lo ha lasciato tre mesi prima del matrimonio consapevole del fatto che probabilmente non stava così bene con lui. Carlo instaura relazioni basate sul “bisogno”, una donna deve avere bisogno di lui come l’ossigeno eContinua a leggere “Sei ossigeno, per me”

Padre? Ora no, la prossima volta, magari…

Fabio è un uomo di circa 45 anni, una figlia di otto, un matrimonio arrivato al capolinea. Si è sposato dieci anni fa con l’entusiasmo, l’amore e la passione che accumunavano lui e la moglie Elena. Una relazione bellissima, coronata dopo un anno circa dall’arrivo di Giorgia. Questa figlia ha cambiato la sua percezione diContinua a leggere “Padre? Ora no, la prossima volta, magari…”

Io come te

Molte persone provano un disagio profondo, (“vasi di terracotta tra vasi di ferro” direbbe Manzoni): sembra che gli altri siano più capaci, più felici, più “cool”. Ci si confronta sentendoci spesso “down” rispetto agli “up” e si vorrebbe cambiare squadra, essere come loro, sì (anche quasi) uguali. Niente di meglio che imitarli: guardiamo come fannoContinua a leggere “Io come te”

Un piede dentro ed uno fuori

Fabrizio è un uomo sui quarantacinque, con un divorzio alle spalle avvenuto dieci anni fa, una figlia diciottenne e due storie importanti, con Giulia e Serena. Fabrizio ha paura di soffrire per amore e pur vivendo queste ultimi due (importanti) rapporti affettivi come se fosse fidanzato non vuole assolutamente etichettare le sue relazioni: ha sposatoContinua a leggere “Un piede dentro ed uno fuori”

Uomini e social network

    Qualcuno ha definito il web come un “acceleratore di particelle”, una realtà virtuale (che è un ossimoro –come copia originale– ma nessuno lo dice) in cui le persone, uomini e donne, esprimono il meglio ed il peggio di sé, amplificando in qualche modo ciò che sono, “luoghi” dove (ri)specchiarsi, cercare ciò che siContinua a leggere “Uomini e social network”