Miriam T.

Da bambina dicevi che quando saresti stata grande mi avresti sposato… sapevo che non sarebbe accaduto ma probabilmente tu ci credevi davvero. Viene da sorridere, ripensandoci oggi. Per i grandi eri la diversa, la disabile, quella che aveva sempre fame e che non si sapeva, in fondo, quale “problema” avesse. Nei tuoi “momenti difficili” maestraContinua a leggere “Miriam T.”

Padre di un figlio disabile

Marta ha circa 13 anni e pone al padre sempre la stessa banale domanda… ossessivamente. La famiglia composta da Marta, una sorella più piccola ed i genitori si trova in aeroporto e sta accedendo all’imbarco, ci sono molte persone lì vicino… il padre risponde sempre allo stesso modo ma si guarda attorno vergognandosi un po’:Continua a leggere “Padre di un figlio disabile”

Buongiorno, mi chiamo Massimiliano Sechi

  http://www.wittytv.it/tu-si-que-vales/massimiliano-sechi/   E’ un piccolo grande uomo, questo Massimiliano Sechi, che si presenta a “tu si qui vales” scardinando i paradigmi del valore, passando quindi dall’essere riconosciuti, apprezzati e ritenuti capaci perché si fa qualcosa all’esserlo perché si è qualcosa. Lui, che è apparentemente un “diversamente abile”; si chiede perché le persone vogliono essere simili gliContinua a leggere “Buongiorno, mi chiamo Massimiliano Sechi”