Giorgio e le sue porte chiuse

Giorgio è un giovane uomo di neanche trent’anni. A 17 è andato a vivere da solo perché i suoi genitori erano troppo impegnati a risolvere i propri problemi… si sono sposati poco più che ventenni e quasi subito è arrivato un figlio (lui), di cui non sono stati in grado di prendersi davvero cura. GiorgioContinua a leggere “Giorgio e le sue porte chiuse”

Giochi blu e giochi rosa

Parco giochi di una qualsiasi città, una panchina su cui due bambine di circa undici anni hanno predisposto un “mercatino” per vendere i propri giochi e realizzare qualche spicciolo. Matteo, un bambino di 4 anni si avvicina incuriosito e comincia ad osservare e toccare molti oggetti. Arriva ben presto la nonna, suggerendo di prendersi unContinua a leggere “Giochi blu e giochi rosa”

Tienimi…

Tienimi almeno un po’, che io possa rimanere nudo e senza difese vicino a te. Stammi vicino se vuoi, sentirò così che il mondo ha senso ed esiste da qualche parte un luogo completamente sicuro dove poter rimanere con te nella perfetta solitudine. Tienimi almeno un po’, che io possa dimenticarmi chi sono ed assaporareContinua a leggere “Tienimi…”

Lo sguardo di un padre

Lo sguardo di un padre che sorride solo perché esisti, a cui non importa cosa sei o diventerai, perché l’Amore va sempre oltre. Lo sguardo di un padre che mostra il sentiero, ti tiene per mano quando non ce la fai più a camminare e rimane a guardarti sorridendo quando il tuo passo si faContinua a leggere “Lo sguardo di un padre”

Il mito dell’eroe

I miti e la mitologia appartengono al genere umano fin dai primordi della sua presenza sulla terra. Ciascun popolo elabora e tramanda dei miti che sono tra loro molti simili nonostante le inevitabili differenze e distanze di tempo, esperienza, identità culturali. Tra questi spicca quello dell’eroe, un mito di cui molti hanno una profonda nostalgia.Continua a leggere “Il mito dell’eroe”

Disgregato

A volte senti che i frammenti di te non si ricompongono, che alcuni pezzi del multiforme puzzle che sei non collimano, a volte ti percepisci disgregato e frantumato, come cocci di un vaso rotto che non sai (più) ricostruire. Sono io, ma non mi riconosco del tutto… sono io, ma non mi appartiene. Difficile vivereContinua a leggere “Disgregato”

Non sarò il tuo principe azzurro

No, non sarò il tuo principe azzurro, non ti posso salvare né il tuo amore mi trasformerà, non ci sarà nessun castello, nessun matrimonio da favola né un felici per sempre, non saremo sempre giovani e belli, non avremo figlie che seguiranno danza e pianoforte… tutto questo appartiene alle fiabe e ai sogni dei bambini,Continua a leggere “Non sarò il tuo principe azzurro”

Son figo, son bello…

Michele è un giovane imprenditore-pasticciere in una media città di provincia. Tiene molto all’immagine di sé e della sua attività, desidera presentarsi come un professionista affermato, uno in gamba e davvero competente. È un uomo piuttosto competitivo, molto giudicante rispetto ai suoi colleghi (subordinati) ed eccessivamente critico nei confronti degli altri “operatori della ristorazione”: quandoContinua a leggere “Son figo, son bello…”

Uomini nuovi

Stanno nascendo nuove consapevolezze, differenti modalità di incontrarsi, di stare assieme, tra uomini. Nel passato vi erano dei luoghi (non solo fisici) esclusivamente maschili, e donne relegate alla cura della prole. Vi erano “cose” da uomini e “cose” da donne. La realtà odierna è decisamente differente, frammentata, i “ruoli” molto più fluidi ed intercambiabili… eContinua a leggere “Uomini nuovi”

Sono maschio, bianco e… privilegiato!

Sono maschio, bianco… privilegiato. Mi è concesso di investire tempo ed energia per la mia carriera ed il mio tempo libero, la mia compagna sarà pure una grande donna ma un passo indietro, sarà fiera dei miei successi… il mondo del lavoro è, in fondo, uno spazio riservato per lo più agli “uomini”, che sonoContinua a leggere “Sono maschio, bianco e… privilegiato!”