Senso di colpa

Alcune persone si sentono perseguitate dai sensi di colpa, non sono in grado di uscire da questa sensazione schiacciante ed in qualche modo “invalidante”.

Chi si colpevolizza lo fa in ogni ambito della propria esistenza, per un qualsiasi motivo, da una formica schiacciata accidentalmente a pensieri che “non dovrei avere”.

Viene da molto lontano, il sentirsi in colpa, di solito da adulti che ci volevano bravi, accomodanti, adattati ed hanno utilizzato i sensi di colpa come strumento efficace (anche se distruttivo) per arrivare al proprio scopo: avere un bravo bambino/a, educata, accondiscendente, che fa esattamente ciò che gli chiedi.

Crescendo si tende a reiterare modalità conosciute e ben collaudate trovando un partner che invece che “liberarci” (ci) vincola ancora una volta schiacciandoci con nuovi e sempre antichi sensi di colpa.

Il processo manipolatorio si attua attraverso un “circolo infinito”, con qualcuno che attiva il senso di colpa, la vittima che si “aggancia” sentendosi in “difetto” e confermando che si, ancora una volta è colpa sua… la richiesta di perdono è automatica, come impellente è il bisogno di tornare ad essere accettati, “puliti” attraverso l’espiazione che porta alla purificazione. Ma subito, un altro senso di colpa torna a chiudere le ali, ad impedire di esprimere il sé autentico, ad ascoltare la propria esistenza che chiede invece di fluire senza barriere, di alzarsi in volo, di esistere.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: