Pompino al femminile

Tutti conoscono molteplici e “colorati” termini che rappresentano il sesso orale praticato ad un maschio, parole allusive ed illusive, da pompino a chinotto… ma il sesso orale dedicato ad una donna, come si chiama? … esiste solo una parola, in latino (cunnilingus) che dice molto relativamente alla sovrastruttura culturale fallocentrica rispetto alla pratica del sesso orale.

Sappiamo bene quanto le parole rappresentino e siano simboliche rispetto ad una realtà: più parole per la stessa cosa = situazione mooolto importante; una sola parola (ed in più in latino) = situazione poco significativa, quasi “scientifica”, come un botanico nomina le piante… Come se non avesse diritto di esistere, come se non fosse importante, così da dedicargli una parola in italiano, una parola che narri il significato, che rappresenti.

Le parole sono importanti diceva qualcuno, ed attraverso le parole possiamo riconoscere, dare dignità oppure svalutare, denigrare, giudicare.

Possiamo decidere quali parole utilizzare ed attraverso di esse, che rappresentano (spesso) i nostri pensieri, le convinzioni ed i valori, cambiare la storia, la narrazione del femminile e della relazione che gli uomini hanno con essa.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

2 pensieri riguardo “Pompino al femminile

  1. Mi trovo perfettamente d’accordo, ho spesso la sensazione che questo genere di cose non siano ancora totalmente normalizzate, almeno non quando si tratta del genere femminile. La trovo una riflessione molto interessante, fa piacere trovare online discussioni costruttive come questa.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: