Realtà percepita o concepita?

concepita o percepita

Conoscere la Realtà è davvero impossibile: i nostri occhi distorcono, interpretano, colorano, si appropriano… la realtà “esterna” è spesso più dentro che fuori di noi. Vediamo ciò che ci appartiene, proiettiamo nelle persone, nelle situazioni i nostri valori, le emozioni, le ombre.

Un fiore si colora delle nostre tinte e del nostro profumo, lo sguardo di chi ci osserva esprime ciò che in fondo pensiamo di noi, i silenzi sono pieni di significati che noi attribuiamo.

Il problema è che ci crediamo, siamo convinti che gli “oggetti” esterni siano davvero “là fuori” piuttosto che “qui dentro” … è una realtà quasi sempre concepita dal nostro interno, che per proteggerci riflette, come in uno specchio, il nostro mondo: proiettiamo quindi le nostre fragilità, le paure, la rabbia, sentiamo il dolore degli altri perché di dolore è pieno il nostro cuore…

Percepire, invece, presuppone l’esistenza di Altro, di qualcosa (o qualcuno) che non possediamo, che non capiamo, che è al di là del nostro sentire, che ci chiede di rompere i nostri equilibri ed ascoltare davvero ciò che, là fuori, ci chiama a conoscere, come quando saliamo sulla cima di una montagna e gli orizzonti tutto attorno si dispiegano nella loro temibile bellezza.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

Una opinione su "Realtà percepita o concepita?"

  1. Sì, non vediamo mai le cose come sono ma le vediamo per come siamo, per questo è importante evolverci cambiando questo “come siamo”, per ritrovare in noi stessi la strada smarrita, quella che porta all’amore.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: