Sono maschio, bianco e… privilegiato!

uomo privilegiato

Sono maschio, bianco… privilegiato.

Mi è concesso di investire tempo ed energia per la mia carriera ed il mio tempo libero, la mia compagna sarà pure una grande donna ma un passo indietro, sarà fiera dei miei successi… il mondo del lavoro è, in fondo, uno spazio riservato per lo più agli “uomini”, che sono naturalmente ai vertici, che guadagnano necessariamente di più.

Come uomo mi è concesso fare battute sessiste nei confronti delle donne e suscitare l’ilarità degli amici e poi, dai, te la prendi per “così poco?” … era soltanto una battuta! … sei così acida! … e fattela ‘na bella scopata, magari ti rilassi!

Come uomo mi è concesso di camminare di notte lungo qualunque strada senza preoccuparmi delle persone che non vedo ma di cui senti i passi. Nessuno mi infastidisce, nessuno osserva o giudica che indumenti indosso.

Come uomo nessuno mai mi ha toccato il culo di proposito o “per sbaglio” …

Nessuno mai mi ha chiamato “puttana” se ho lasciato una donna

Nessuno mai mi ha dato uno schiaffo

Nessuno mai mi ha tirato fuori la lingua per farmi capire che me lo avrebbe volentieri leccato

Nessuno mai mi ha guardato spogliandomi con gli occhi

Nessuno mai mi ha fischiato per strada o apostrofato con “bella maiala!”

Nessuno mai mi ha chiesto di “passare” nel suo letto per avere un posto di lavoro,

Nessuno mai…

 

Sono maschio, bianco… ingiustamente privilegiato. Ed un po’ me ne vergogno.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

3 pensieri riguardo “Sono maschio, bianco e… privilegiato!

  1. Dividere tutti questi privileggi…sarebbe umano,invece…ci toccano sempre gli avanzi.
    Troppi privileggi fin dalla nascita sono difficili da mollare.
    Incominciamo a mettere anche i nostri cognomi…ai nostri figli.
    Tutto incomincia dall’importanza di tramandare la “catena’ ereditaria del MASCHIO, se vogliamo che tutto cambi in meglio,incominciamo dai due cognomi,in fondo siamo noi le principali creatrici.
    Rinunciare ad una parte…per acquistarne un altra…più importante.
    Buona giornata Mauro 🌹

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: