Hai bisogno?

legami.jpg

Gli uomini sono oggi in difficoltà sia nei confronti della propria mascolinità che (inevitabilmente) nei confronti del femminile.

Uno degli aspetti che più li mette in difficoltà è la mancanza del bisogno.

In una relazione vittima-salvatore (che rimanda alle classiche fiabe in cui il principe azzurro “salva” la ragazza) il maschio ha il preciso ruolo di colui che, tramite la superiorità fisica, economica, sociale crea una relazione di co-dipendenza in cui la donna ha bisogno di un partner maschile per il sostentamento economico, per sentirsi protetta, per avere un’identità.

Un rapporto stabile e duraturo era vissuto un tempo come un obiettivo necessario ed imprescindibile per la realizzazione personale di ogni ragazza.

Una donna che ha bisogno di un uomo è manipolabile, fragile, insicura, incapace di lasciarti e farsi una vita propria senza te, una donna che ha bisogno è rassicurante e conferma la tua superiorità.

L’indipendenza economica e sociale di questi ultimi decenni, il fatto che le donne hanno imparato a stare bene anche da sole mette a disagio molti uomini, abituati da millenni ad una relazione up-down (in cui loro sono “up”), maschi spesso incapaci di relazionarsi in modalità “win-win” in cui ci si confronta alla pari, pur differenziandosi come persone prima che come maschi e femmine.

La relazione affettiva delle donne nel nuovo millennio quindi è una scelta e non una necessità, il matrimonio solo una delle possibilità per stare assieme, i figli una scelta consapevole.

Confrontarsi alla pari è complicato se ti senti fragile, un’esperienza di crescita straordinaria se due individui maturi condividono parti della loro essenza.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

5 pensieri riguardo “Hai bisogno?

  1. Noto le amiche single per scelta,analizzano in modo metodico l’uomo…lo inquadrano fragile,troppo preso da se,difficile da rapportare (anche sul fatto che spesso non ami le “verdurine”). E gli uomini parlando annuiscono,meglio dire un si,che intavolare una discussione…guai al brocio della moglie_ragazza che sia. È un bastarsi,un condividere senza peró appartenenza. Non mi piace questo…modalità di leggerezza

    Piace a 1 persona

    1. Un bastarsi che lascia un senso di disagio, la quasi consapevolezza che si meriterebbe qualcuno più. … o più. … siamo costretti all’eccellenza. E all’infelicita’…

      "Mi piace"

      1. non accettiamo piú i difetti,ogni scusa è buona per mollare tutto e…alla ricerca di qualcosa di più che però non soddisferà mai. Perchè l’insicurezza è dentro di noi,fa parte di quel non essere mai all’altezza di standard prefabbricati

        Piace a 1 persona

      2. Già, la gioia è dentro di noi. Speriamo che qualcuno ci salvi, ci renda felici ma non possiamo delegare ad un’altra persona la responsabilità della nostra felicità. ..

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: