Io non voglio chiedere scusa…

screenshot-2016-10-27-10-07-28

Non voglio chiedere scusa se il primo pensiero del mattino è fare l’amore con te.

Non voglio chiedere scusa se a volte ho bisogno di stare da solo, anche lontano, senza vedere nessuno e rimanere con me ad inseguire i pensieri, i ricordi, le emozioni che mi permetto di ascoltare.

Non voglio chiedere scusa quando sento il bisogno di stare con gli amici di sempre e vivere tra uomini il nostro essere maschi… come uscire in moto, ed esplorare i confini del mondo, o salire sulle cime, per guardare tutto da lontano e sentirmi per qualche istante infinito…

Non voglio chiedere scusa quando sento l’irrefrenabile desiderio di sbatterti sul letto e scoparti.

Non voglio chiedere scusa quando ho un problema e l’unica soluzione che conosco è pensarci da solo senza sentirmi in dovere di condividerlo: io voglio trovare in me la forza per uscirne. Da solo.

Non voglio chiedere scusa se sento il bisogno antico e naturale di lotta e scontro, il richiamo potente della guerra, di imbracciare un’arma e sparare.

Non voglio chiedere scusa quando desidero educare i nostri figli in modo differente da te, io sono diverso e non vivo la genitorialità come la vivi tu.

Non voglio chiedere scusa quando manifesto la mia parte oscura, il primitivo, il guerriero che abita in me, che chiede spazio e pretende ascolto. Ci sono aspetti di me che non sempre capisco ma che voglio accogliere, perché mi appartengono.

Io non voglio chiedere scusa per essere un uomo, perché questo è un uomo.

Pubblicato da wolf into the wild

"Questo è un uomo" è un libro che è un viaggio dentro l’autenticità dell’essere maschio, un cammino in cui la meta è, in qualche modo, il punto di partenza. Un percorso per ritrovare il guerriero, il saggio, il poeta e l’amante che vive inesorabilmente dentro ogni uomo ma che negli ultimi decenni abbiamo smarrito. Comprendere, accettare, ripartire dagli archetipi più profondi e radicati per comprendere ciò che siamo oggi ed essere consapevoli della nostra essenza, così distante rispetto alle aspettative di una società femminilizzata, in cui (ri)trovare identità e senso al proprio essere Uomo diventa davvero complicato. Buon cammino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: